UNA NUOVA IDEA

22/08/2015 alle 16:44

Il cimitero adesso e' on line

virtualcariNon si tratta di una bufala, ma di una nuova idea che verrà presentata, in anteprima per le Madonie, a Bompietro domenica 23 agosto in occasione della festa dell’emigrante. Si chiama “Virtualcari.it” e si tratta del cimitero on line. Grazie a questa trovata si potrà fare la visita ai propri cari rimanendo comodamente seduti a casa propria. L’idea, che è già un portale funzionante, è nata da due amici, Giuseppe Di Prima e Calogero Brucato, entrambi originari di Bompietro che abitano a Roma. I due, vivendo lontano dal proprio paese natio, sono impossibilitati a visitare i loro cari defunti e, per ovviare al problema, hanno deciso di sostituire la presenza reale con quella virtuale. “Abbiamo realizzato questo portale – ha spiegato Di Prima – con l’intento di creare il più possibile l’atmosfera e la condizione reale che il visitatore vive all’interno del cimitero, innanzi alla lapide del proprio caro.” Il servizio sarà dedicato ai cimiteri dei centri madoniti. Un territorio, quello delle Madonie, che continua a vedere partire i propri giovani in cerca di futuro. La gente spesso, sia per la lontananza sia per il lavoro, non riesce a ritornare nel paese d’origine, non avendo così la possibilità di rendere visita ai propri cari. Un desiderio sentito anche dalle persone anziane e in particolare da quelle impossibilitate a raggiungere il cimitero. Da questa esigenza è nato il sito “Virtualcari.it” che supera qualsiasi limite temporale o spaziale. “l nostro intento – ha concluso Di Prima – era quello di soddisfare questi bisogni, rendendo reale quanto desiderato. Accedendo al portale, attraverso l’ausilio di personale che si trova in loco, è possibile usufruire di servizi quali per esempio la deposizione di fiori, l’accensione di lumini sulle lapidi, predisporre la pulizia delle sepolture gentilizie o far officiare una messa in suffragio di qualcuno informando parenti e amici tramite una rete di news. A questi servizi reali se ne possono aggiungere anche di virtuali che consentono di lasciare un pensiero personale o una poesia sulla bacheca del defunto, inserire una biografia del defunto citando i momenti più significativi della sua vita, realizzare un album fotografico con le foto più rilevanti della vita del proprio caro, condividendolo con parenti e amici.” Nel mondo della globalizzazione ormai quasi tutto è possibile, ai posteri però rimarrà sempre l’ardua sentenza.

Claudio Barisione