BOMPIETRO ALLA FESTA DELL’EMIGRANTE.

22/08/2015 alle 16:35


Domenica 23 agosto, alle ore 11, presso il palazzo comunale in piazza Gangi, verrà presentato il progetto “Virtual cari”: primo sito in Italia che realizzerà un cimitero virtuale  delle Madonie.
Una novità attesa con curiosità e interesse per la singolarità del nuovo portale che offrirà un servizio, sia reale che virtuale, soprattutto a coloro che vivono lontani dal proprio paese o sono impossibilitati a spostarsi e desiderano mantenere un legame affettivo con i propri cari estinti.


Il progetto sarà illustrato nei dettagli dai due ideatori: Calogero Brucato e Giuseppe Di Prima che presenteranno per la prima volta, proprio a Bompietro, i risultati concreti di un lavoro alquanto minuzioso e impegnativo.

Calogero e Giuseppe vivono lontani da Bompietro e coltivano tra di loro un’amicizia che rafforza anche l’attaccamento e la nostalgia verso le origini; tornano in paese da “emigrati” nella forma, ma non nella sostanza e mantengono un forte rapporto con il loro paese che riscoprono sempre di più.

Calogero e Giuseppe sono coetanei, entrambi 55enni: Calogero, colonnello dell’esercito italiano, in pre – pensionamento, ha iniziato la carriera militare frequentando l’accademia di Modena e successivamente la scuola di applicazione di Torino, conseguendo la laurea in scienze strategiche.

Ha, poi, approfondito studi nell’information technology, specializzandosi nel ciclo di vita dello sviluppo del software e l’apprendimento di pratiche e concetti militari ai soldati.

Continua ad essere, anche se libero da impegni lavorativi, appassionato delle innovazioni e di tutto ciò che si caratterizza per originalità.

Giuseppe Di Prima, si è allontanato da Bompietro subito dopo l’adolescenza ed ha vissuto diverse  esperienze viaggiando e spostandosi tra le grandi capitali europee.

Costretto a lasciare definitivamente Bompietro per problemi occupazionali, si è in un primo momento stabilito a Milano lavorando come organizzatore di eventi e spettacoli e si è, poi, trasferito a Roma dove continua tuttora a lavorare per una multinazionale.

Ricco di inventiva e spirito di iniziativa, persona fantasiosa, ha sempre amato lo sviluppo, il progresso tecnologico e le novità che lo portano a non accontentarsi e a seguire sempre il suo spirito creativo e innovativo, ancora oggi che raggiunto la sua stabilità.

Calogero Brucato e Giuseppe Di Prima hanno unito i loro interessi e le loro competenze per mettere a punto un progetto che nasce da un’idea di fondo: lo sviluppo e la tecnologia al servizio anche dei bisogni affettivi che ancor di più la lontananza accentua.

Il loro progetto consentirà di vivere esperienze particolari e di trarre vantaggi concreti che potranno colmare anche bisogni e desideri.

La loro società si prefigge, mediante l’uso delle nuove tecnologie, di “abbattere distanze” e sceglie il territorio madonita quale punto di riferimento in vista di una crescita dal punto di vista tecnologico - sperimentale.

Giuseppe Di Prima